In moto senza casco…..

L’ultima trovata per andare in moto senza casco è di ricorrere contro la Pubblica Amministrazione adducendo (con provata certificazione sanitaria) che all’epoca della multa si era in preda a stati depressivi! A Napoli succede anche questo. Ben 10 ricorsi sono stati accettati perché come motiva la sentenza “Il ricorrente ha provato con documentazione sanitaria che all�epoca della multa era in stato di depressione. per questo il ricorso va accolto e il verbale annullato”. Adesso vorrei che tutti noi tributassimo un plauso all’avvocato che ha pensato questo escamotage, al medico che ha rilasciato la certificazione, al giudice che ha sentenziato……. e in ultimo permettetemi di applaudire al protagonista, che nonostante le sue crisi di stress, ha continuato ad andare in moto con il rischio di cadere vittima di qualche “attacco depressivo” e tirare sotto qualche ignaro pedone! Io non sono un Giudice, ma se mi avessero portato un certificato del genere….avrei ritirato la patente e sequestrato il mezzo…..ma appunto: IO non sono un Giudice, ma sono napoletano e certe volte proprio non so se vantarmene o vergognarmene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *